Auto elettriche: italiani sempre più orientati all’acquisto, ma resta il nodo della rete

Secondo un sondaggio di LeasePlan, gli italiani considerano positivamente i veicoli elettrici, ma resistono forti perplessità sulla rete infrastrutturale ancora insufficiente.

Gli italiani sono tra i primi in Europa per attitudine e disponibilità verso la guida di veicoli elettrici. Il 50% degli automobilisti acquisterà un’auto elettrica nei prossimi 5 anni, anche se la carenza della rete infrastrutturale rischia di frenare questo orientamento. Sono questi alcuni dei principali risultati che emergono dal Mobility Monitor 2019 (sezione “Veicoli Elettrici e Sostenibilità”) redatto da LeasePlan.

Si tratta di un sondaggio internazionale che ha coinvolto oltre 4.000 partecipanti in 16 diversi Paesi e che ha esaminato i maggiori problemi che i conducenti e il settore automobilistico hanno affrontato nel 2019.

Dal rapporto di LeasPlan è emerso “un incremento dell’attitudine positiva verso i veicoli elettrici, dimostrata da un 61% dei partecipanti che ha indicato di considerare favorevolmente la mobilità elettrica a zero emissioni”. Circa la metà degli interpellati nel sondaggio ha affermato che la propria opinione verso la guida di veicoli elettrici è positivamente migliorata nel corso degli ultimi tre anni. Inoltre, sempre più automobilisti esprimono la propria intenzione a noleggiare un veicolo elettrico. In particolare, tra coloro che prevedono di noleggiare un veicolo nei prossimi 5 anni, due su cinque (il 40%) hanno dichiarato che sceglieranno un veicolo ad alimentazione elettrica.

Benché la maggior parte degli intervistati consideri positivamente i veicoli elettrici, la presenza di perplessità in merito all’infrastruttura disponibile rappresenta un forte ostacolo all’ingresso in questo mercato. Nello specifico, dal rapporto emerge che il 51% di coloro che prevedono di acquistare un veicolo nei prossimi 5 anni ha indicato come ostacolo che impedisce la scelta di un veicolo elettrico l’insufficiente presenza di infrastrutture di ricarica. La cosiddetta “ansia relativa all’autonomia dei veicoli”, invece, è stata indicata dal 45% dei partecipanti al sondaggio come motivo di impedimento alla scelta dell’alimentazione elettrica. E ancora: in Italia, Spagna e Regno Unito, più di 6 intervistati su 10 che prevedono di acquistare/noleggiare un veicolo nei prossimi 5 anni hanno indicato che la mancanza di stazioni di ricarica impedirebbe loro di passare alla guida di un veicolo elettrico.

Tex Gunning, CEO di LeasePlan, ha affermato: “Il nostro rapporto Mobility Monitor 2019 mostra che la domanda pubblica per una mobilità a zero emissioni sorpassa ampiamente la misura delle infrastrutture di ricarica elettrica attualmente disponibili. Occorre risolvere subito questo problema. La Commissione Europea, di concerto con i governi nazionali e le autorità locali, deve farsi avanti e agire in base alle richieste dei cittadini per una mobilità a zero emissioni, effettuando investimenti volti alla creazione di un’infrastruttura di ricarica complessiva a livello pan-europeo. Solo attraverso un’azione collettiva, decisa e tempestiva saremo in grado di vincere la lotta al cambiamento climatico e di migliorare la qualità dell’aria nelle nostre metropoli e nelle nostre città.”