Auto elettriche: entro il 2030 conquisteranno la metà del mercato globale

Il 2030 sarà l’anno delle auto elettriche, che conquisteranno la metà del mercato globale. È lo scenario dipinto dal report “Electric Car Tipping Point” elaborato da The Boston Consulting Group, secondo cui i veicoli ibridi e a batteria aumenteranno gradualmente le loro quote di mercato fino al 2025, per poi accelerare considerevolmente per far fronte alla crescita della domanda. Con il procedere della progressiva transizione all’elettrico, le auto alimentate con motore a combustione interna subiranno un calo, passando dal 96% di quota di mercato di oggi alla metà dei veicoli nel 2030.

Ovviamente, secondo lo studio, la curva di adozione dei veicoli elettrici varierà nei diversi mercati mondiali, a seconda del Total Cost of Ownership (TCO), che riflette fattori come il costo del veicolo, il chilometraggio e il prezzo del gas e dell’elettricità. In Europa, ad esempio, il costo elevato dell’elettricità e il basso chilometraggio (rispetto a Cina e USA) continueranno a incentivare la scelta di motori tradizionali fino al 2025. A seguire, il mercato si suddividerà equamente tra le varie tipologie di auto elettriche, con il 17% delle quote ai veicoli a batteria e un 33% collettivo alle ibride entro il 2030.

In Giappone spopoleranno gli ibridi (con una quota di mercato collettiva del 55% entro il 2030), mentre la Cina sarà il mercato principale per le auto elettriche (perché il chilometraggio elevato, i costi bassi dell’elettricità e i prezzi elevati del gas contribuiranno sempre di più a garantire TCO favorevoli per i consumatori). Negli Stati Uniti, invece, la crescita dei veicoli elettrici avverrà prevalentemente nei segmenti più piccoli: entro il 2030, i veicoli nel segmento C saranno quasi interamente elettrici, mentre i motori a combustione interna rimarranno la propulsione primaria per i pick-up.