Auto elettriche: arriva la tecnologia per la ricarica in movimento in autostrada

Importanti novità in arrivo per ciò che riguarda il mondo delle auto elettriche. Il Politecnico di Torino ha infatti ideato un prototipo di ricarica wireless per auto elettriche in movimento, chiamato “PoliTo Charge While Driving”. Il sistema, sviluppato dal gruppo di ingegneria elettrica del Dipartimento Energia del Politecnico di Torino, sta per essere testato sul circuito di prova del centro “Guida Sicura MotorOasi Piemonte” a Susa, in provincia di Torino.
Il prototipo – si legge nella nota dell’IPT – si basa su una tecnologia detta “inductive power trasfer”, che sta attraendo l’attenzione di numerose aziende nel settore automotive e sta vedendo lo sviluppo di diversi prototipi in tutto il mondo. Questi sistemi funzionano grazie alla trasmissione induttiva di energia elettrica tramite l’utilizzo di induttori risonanti, che funzionano grazie ad un principio molto simile a quello che permette di cucinare sulle piastre a induzione. La sua evoluzione si chiama “dynamic IPT” e prevede l’utilizzo della stessa tecnologia durante il movimento del veicolo. L’unità base di un sistema IPT per applicazioni automotive è costituita da una bobina fissa, posta al di sotto del manto stradale, indicata come trasmettitore, e una bobina installata a bordo veicolo chiamata ricevitore. Sul circuito di prova sono state installate 50 bobine trasmittenti, che invieranno energia ad un ricevitore installato a bordo di un veicolo commerciale leggero.