Auto con allestimenti “business”: presenti nell’88% delle flotte italiane

Le auto con “allestimenti business” sono conosciute da ben il 98% dei fleet manager e sono già presenti nell’88% delle flotte italiane, con un’incidenza media che si attesta al 53% sul totale dei veicoli del parco. Questi dati emergono da una ricerca realizzata dal Corporate Vehicle Observatory (CVO) di Arval Italia in collaborazione con Econometrica e presentata in occasione di Company Car Drive 2017.
Obiettivo della ricerca è stato quello di analizzare la diffusione dei veicoli con allestimenti business nelle flotte aziendali e la percezione che di questi hanno i fleet manager italiani. In particolare, dalla ricerca emerge che l’85% dei fleet manager si aspetta un’attenzione particolare sul fronte della sicurezza, attraverso l’adozione di dispositivi di ultima generazione. Nell’allestimento ideale, infatti, i fleet manager mettono ai primi due posti il ripartitore elettronico di frenata (per l’87%) e il controllo di stabilità dinamica (85%). Seguono il navigatore satellitare integrato (83%), la frenata automatica d’emergenza (82%), l’avviso di possibile collisione (81%) e il controllo di trazione (75%).
Tra i fattori prioritari nella scelta della vettura, poi, i fleet manager intervistati mettono al primo posto proprio i dispostivi di sicurezza di ultima generazione (valutati con un punteggio di 9,1 in una scala da 1 a 10). Seguono la possibilità di un vantaggio economico rispetto ad altre versione (9 punti), la riduzione dei consumi di carburante (8,6), la presenza di dispositivi di connettività aggiornati (8,3), la massimizzazione del comfort interno (8,1) e le elevate prestazioni del motore (7,7).