Auto, a luglio produzione in calo del 29%

Positiva la crescita nei primi sette mesi del 2021 a confronto con lo stesso periodo del 2020: +50%

Secondo i dati preliminari di Anfia, l’associazione nazionale dell’industria automobilistica, a luglio la produzione di auto è calata del 29%, ma allo stesso tempo è cresciuta del 50% nei primi sette mesi del 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020.

CALO DEL 22% RISPETTO AL 2019

A confronto con il 2019, tuttavia, le auto prodotte risultano in calo del 26% a luglio e del 22% a tra gennaio e luglio 2021. La produzione dell’industria automotive italiana nel suo insieme, inclusa la componentistica, registra a luglio, secondo i dati Istat, una crescita dell’8,7% rispetto a luglio 2020 (-7,9% su luglio 2019), mentre nei primi sette mesi del 2021 è aumentata del 47,9% (-8,1% rispetto a gennaio-luglio 2019).

SPERANZA PER L’AUTUNNO

“Sul forte ribasso della produzione di autovetture a luglio 2021 – sottolinea Gianmarco Giorda, direttore dell’Anfia – Possono aver pesato sia l’effetto dell’attesa del rifinanziamento degli incentivi per la fascia 61-135 g/Km di CO2, avvenuto poi a inizio agosto, sia le perduranti problematiche legate alla catena di fornitura dei semiconduttori“.

“Con la fine del periodo estivo e l’indispensabile supporto delle misure di sostegno alla domanda, incluso il recente rifinanziamento dell’Ecobonus per le vetture della fascia 0-60 g/km di CO2, confidiamo che in autunno i volumi produttivi possano gradualmente risalire“.