Advertisement

Audi Q8: tecnologia mild hybrid per l’ammiraglia Suv dei Quattro Anelli

La nuova Audi Q8, da pochi mesi entrata sul mercato italiano, può svolgere un ruolo di dinamica ammiraglia della flotta di un’azienda o nel noleggio a lungo termine per Pmi e professionisti, tutti clienti che per vetture di questa taglia continuano a puntare sull’alimentazione diesel.

Proprio per “premiare” la tendenza al diesel, Audi ha inizialmente proposto sulla sua nuova Q8 il poderoso tre litri turbodiesel da 286 CV abbinato alla trasmissione automatica Tiptronic a otto rapporti. All’inizio del prossimo anno arriverà anche il tre litri turbodiesel da 231 CV, oltre ad un benzina V6 3.0 TFSI da 340 CV.

 

 

Nel dettaglio, la versione turbodiesel da 286 CV ha una coppia massima di 600 Nm e prestazioni notevoli nonostante le oltre 2 tonnellate di massa: lo 0-100 viene coperto in 6,3 secondi. Ma c’è di più: questa versione è supportata dalla tecnologia Mild-Hybrid con sistema elettrico da 48 volt, da una batteria agli ioni di litio e da un alternatore-starter azionato a cinghia (RSG).

Questa tecnologia permette all’auto di viaggiare per lunghe fasi “per inerzia” (ovvero con motore disattivato) grazie al sistema Start&Stop che entra in funzione a 22 km/h. Questo “plus” regala alla Audi Q8 0,7 litri di carburante ogni 100 km, a tutto vantaggio del portafoglio e delle emissioni di CO2.

 

Leggi anche: