Audi Q3, Suv compatto ad alta tecnologia

di Paolo Dotti

La seconda generazione di Audi Q3, giunta a otto anni dal lancio della prima serie del modello compatto intermedio della gamma degli Sport Utility Vehicle della Casa di Ingolstadt, è emblematica della rapidità e della consistenza del processo evolutivo che il mondo dell’automobile ha compiuto negli ultimi anni, un fenomeno ancora più evidente in un’auto di un costruttore premium che dell’Avanguardia della tecnica ha fatto la sua bandiera da quarant’anni.

Per sottolineare i contenuti innovativi – powertrain, elettronica, assistenze alla guida, connettività – era indispensabile compiere una svolta anche nel design, per avvicinare lo stile della nuova Q3 a quello delle più recenti sorelle maggiori, prima fra tutte la Q8.

GUARDA IL VIDEO: AUDI Q3 – PROVA SU STRADA

PIÙ GRANDE FUORI E DENTRO

Realizzata sulla versatile piattaforma trasversale MQB del Gruppo Volkswagen, la nuova Q3 cresce nelle dimensioni pur rimanendo nella categoria dei Suv compatti che hanno un ruolo sempre più importante nelle car list aziendali e nelle offerte dei noleggi a lungo termine, oltre che nelle preferenze dei destinatari della company car. La lunghezza raggiunge adesso i 4,48 metri, con un aumento di quasi 10 centimetri che, unito al passo aumentato di 8 cm (2,60 m), ha permesso di creare un abitacolo più spazioso caratterizzato da una soluzione molto furba, il divano posteriore scorrevole longitudinalmente che permette di bilanciare secondo le necessità lo spazio per i passeggeri e quello riservato ai bagagli che ha, quindi, una capienza variabile fra 530 e 675 litri senza bisogno di abbattere gli schienali.

Le forme della carrozzeria sono diventate più grintose, a cominciare dal frontale con la calandra ottagonale a sbalzo attraversata da otto lamelle. I sottili proiettori (tutti con luci a LED con tre livelli di potenza) dal profilo a cuneo hanno il vertice verso l’interno e conferiscono alla vettura uno “sguardo” felino. Le fiancate sono caratterizzate da una spalla molto pronunciata che coinvolge anche i passaruota, una soluzione stilistica che esalta l’indole sportiva dell’auto e la sua predisposizione all’off-road. Complessivamente la percezione è quella di una vettura pronta allo scatto, un effetto al quale contribuiscono i montanti posteriori inclinati in avanti.

INTERNI IPERTECNOLOGICI

Il passaggio generazionale fra la Q3 attuale e la prima serie si avverte immediatamente accomodandosi al posto di guida che è ovviamente rialzato, quanto basta per un Suv premium dall’anima sportiva. Il lavoro dei designer non è stato facile perché si trattava di “incorniciare” un’enorme dotazione tecnologica (sulla nuova Q3, per esempio, scompaiono gli strumenti analogici sostituiti da un display digitale da 10,25 o 12,3 pollici) salvaguardando il classico e sobrio lusso tipico della Casa di Ingolstadt.

E il lavoro è stato coronato dal successo perché sulla nuova Q3 tutta la tecnologia è sotto controllo, a portata di mano, con comandi suddivisi razionalmente in base alle funzioni, mentre finiture e materiali usati e accostati con grande precisione trasmettono una sensazione di piacevole benessere e di energia, insomma, fanno venire la voglia di mettersi in moto per un lungo viaggio.

L’EFFICIENZA DEI MOTORI

Per la nuova Q3 Audi propone motori a benzina TFSI (turbo a iniezione diretta del carburante 150, 190 e 230 CV) e diesel TDI (da 150 e 190 CV), tutti omologati Euro 6 d- temp secondo il ciclo WLTP. Nonostante gli ingiustificati attacchi al diesel e la crescente domanda di auto a benzina per un Suv come Q3, soprattutto quando si tratta di una business car, la scelta più corretta rimane il gasolio che grazie alla continua evoluzione del common-rail, all’affidabilità dei filtri antiparticolato e all’introduzione del dispositivo SCR per il trattamento dei gasi di scarico, è tuttora il carburante che offre la maggiore efficienza energetica e i più bassi livelli di emissioni. La versione più equilibrata di Q3 è quindi la 35 TDI equipaggia del quattro cilindri due litri da 150 CV di potenza massima con una coppia di 340 Nm, abbinato al cambio S tronic a sette rapporti. Questa versione è l’unica a essere offerta sia a trazione anteriore sia a trazione integrale quattro (in quest’ultimo caso con cambio manuale), un’opzione indubbiamente più costosa che aggiunge però sicurezza anche nell’uso quotidiano.

La Q3 35 TDI S tronic a due ruote motrici in allestimento Business Advanced costa 42.250 e monta di serie gli optional più richiesti dalle aziende, come Audi virtual cockpit, climatizzatore bi-zona, sistema di navigazione Plus (con touchscreen da 10,1”), Adaptive Cruise Control, sensori di parcheggio posteriori e cerchi in lega da 18”. Il quattro cilindri da 150 CV è molto silenzioso, fluido nell’erogazione della potenza gestita con precisione e rapidità nei passaggi fra le marce dal cambio S tronic, pronto a passare da una guida in relax a una decisamente sportiva nella quale si apprezzano appieno le doti, sperimentate su innumerevoli modelli del gruppo di Wolfsburg, del pianale modulare trasversale MQB che “incolla” l’auto alla strada.

A richiesta è disponibile il sistema Audi drive select che permette di optare per i programmi di marcia auto, comfort, dynamic, efficiency, offroad e individual che influiscono sul comportamento e il carattere della vettura. Il consumo combinato della Q3 35 TDI S Tronic a trazione anteriore rilevato secondo i ciclo WLTP è di 5,8 l/100 km mentre le emissioni di CO2 si attestano su 153 g/ km (WLTP).

TECNOLOGICA E SICURA

Al volante di nuova Q3 ci si sente sicuri, accompagnati dai tanti dispositivi di assistenza, di serie e optional, e da sistemi di connettività di ultima generazione adottati sui suv Audi di taglia maggiore. Tra gli ADAS spicca il sistema di assistenza alla guida adattivo (adaptive cruise assist) che integra le funzioni d’assistenza alla velocità (adaptive speed assist), al traffico (traffic jam assist) e al mantenimento della corsia. Riunire queste funzioni si traduce non soltanto in una maggiore sicurezza ma anche in un comfort più completo. Con la nuova generazione la tecnologia digitale sale a bordo di Q3 con il sistema Audi connect, un’intelligenza artificiale pronta ad imparare tutto sugli stili e sulle abitudini del guidatore, sempre pronta a dare risposte sia dirette sia sfruttando l’app My Audi che dà accesso a innumerevoli funzioni.