Advertisement

Audi Q3: fine tuning per un bestseller

di Piero Evangelisti

audi-q3-fine-tuning-per-un-bestseller-1Prima nel 2014 nelle vendite fra i Suv compatti prodotti dai brand premium tedeschi, Audi Q3 affronta il suo quinto anno di vita completamente rinnovata. Non cambia il look che la rende molto personale e inconfondibilmente Audi, ma pochi significativi interventi la rendono ancora più dinamica. Motori aggiornati nelle potenze e nei consumi.Lanciata nel 2011, l’Audi Q3 è stata di recente sottoposta al consueto restyling cui ogni modello va incontro a metà della sua carriera. Nel caso dello Sport Utility compatto di Ingolstadt si è trattato di un intervento dedicato non soltanto a dettagli estetici (che, comunque, riescono a trasmettere un’immagine rinnovata della vettura), ma anche all’introduzione di numerose innovazioni tecniche secondo la filosofia Audi che prevede di essere sempre “all’avanguardia della tecnica”.

 

audi-q3-fine-tuning-per-un-bestseller-2Lifting discreto nei punti giusti

Al centro del frontale spicca adesso un single frame reso più plastico che firma la vettura che appare ancora più sportiva grazie a  pochi ma evidenti ritocchi che sottolineano il design avvolgente del portellone. I fari, ridisegnati, montano di serie per tutte le versioni la tecnologia “xeno plus” con luci diurne a Led, mentre, a richiesta, la Q3 può essere dotata di proiettori full Led ad alta intensità ed efficienza che rendono la guida notturna più sicura. Sono stati ridisegnati anche i gruppi ottici posteriori che integrano indicatori di direzione dinamici intuitivi: si accendono dall’interno verso l’esterno nella direzione di svolta in sequenze di due decimi di secondo: una di quelle chicche alle quali ingegneri e designer dell’Audi ci hanno da tempo abituato e che sono un po’ un’esclusiva del brand premium del Gruppo Volkswagen. Restano praticamente immutate le dimensioni – 4,39 metri di lunghezza, 1,83 di larghezza, 1,59 di altezza, 2,60 m di passo – che hanno contribuito in gran parte al successo del modello, ma nell’insieme la Q3 appare ancora più incollata alla strada anticipando le prestazioni sportive che i suoi motori sono in grado di fornirle.

 

audi-q3-fine-tuning-per-un-bestseller-3Più potenza, consumi più bassi

Il rinnovamento ha riguardato tutti e sei i propulsori previsti per equipaggiare l’auto, tre a benzina con tecnologia TFSI e due turbodiesel. Per un Suv come Audi Q3, e in particolar modo parlando di un candidato ideale a diventare company car, il peso dei motori a benzina sarà ovviamente irrisorio, però l’1.4 con tecnologia a iniezione diretta e sovralimentazione (TFSI), audi-q3-fine-tuning-per-un-bestseller-schedache eroga 150 CV di potenza massima, è ora disponibile anche con tecnologia COD, Cylinder On Demand (già collaudata su altri modelli del Gruppo VW), che può escludere il funzionamento di un cilindro quando ciò non sia necessario in relazione alla marcia della vettura, un sistema che, senza penalizzare il temperamento della Q3, ne riduce sensibilmente i consumi. Gli altri due motori a benzina sono due versioni del 2.0 TFSI con potenze di 180 e 220 CV. Ma veniamo ai turbodiesel, anche qui si tratta di due versioni di uno stesso propulsore, il 2.0 TDI, che può essere scelto con una potenza massima di 150 oppure di 184 CV, che possono essere abbinate sia a un cambio manuale sia a una trasmissione automatica S tronic. Basandosi sulle vendite storiche del modello, Audi Italia ha deciso di proporre la versione più potente soltanto con trazione integrale permanente quattro, prevedendo, infatti, un mix di vendita nel quale le 4×4 peseranno per circa il 54%. La tradizione e la competenza di Ingolstadt nel settore specifico giustificano, del resto, questa prevalenza. La soluzione più equilibrata per le flotte, dotata di una potenza più che sufficiente per una marcia sportiva e confortevole, è sicuramente la Q3 2.0 TDI da 150 CV che parte da 32.700 euro; raccomandabile il cambio S tronic che, però, è abbinato soltanto alla trazione quattro, un binomio di altissima sicurezza ed elevato comfort, ma costoso, che fa salire il prezzo di partenza a 37mila euro.

 

audi-q3-fine-tuning-per-un-bestseller-4A bordo

Prodotta nello stabilimento Seat di Martorell, la Q3 vanta la stessa qualità costruttiva delle Audi Q di taglia più grande prodotte in altri siti della marca. Lo si percepisce in ogni dettaglio mettendosi al volante, avvolti da un ambiente sicuramente premium e curatissimo sotto il profilo dell’ergonomia, indispensabile per gestire intuitivamente tutte le tecnologie, di sicurezza e di infotainment, messe disponibile del guidatore. Lo spazio a disposizione è tanto, sia per i cinque occupanti sia per i bagagli perché la capienza del vano di carico può spaziare fra 460 e 1.365 litri ribaltando gli schienali dei sedili posteriori scomponibili.

 

audi-q3-fine-tuning-per-un-bestseller-5Versioni ad alto valore aggiunto

Ci sono pacchetti da aggiungere all’allestimento delle singole versioni base: Sport (1.400 euro con un risparmio, sommando i prezzi degli optional che comprende, pari al 54%), Design (1.400 euro, risparmio 30%) e Business (1.930 euro, risparmio 47%). Studiato per le flotte questo allestimento include, fra l’altro, clima Comfort, pacchetto di navigazione, cerchi in lega 17″ a 10 razze, sistema acustico di ausilio al parcheggio posteriore. Sono da scegliere attentamente i dispositivi di sicurezza attiva compresi nella lista dei costosi optional, soprattutto in funzione degli obiettivi e del budget che sono stati fissati per la sicurezza della flotta.