Audi: design, connettività e sicurezza per la nuova A6

La nuova Audi A6 2018 è stata senza dubbio una delle novità più attese di quest’anno. Presentata in anteprima al Salone di Ginevra ed arrivata nelle concessionarie italiane in giugno, la quattro porte premium tedesca ha subìto una profonda evoluzione rispetto ai modelli precedenti sia nello stile che nelle dotazioni tecnologiche di bordo.

 

 

Il design trae spunto dalle sorelle A7 Sportback e dall’ultima generazione della super ammiraglia A8, con cui condivide la piattaforma. Rispetto al passato il look è più sportivo: la linea esterna è ben raccordata stilisticamente, con il particolare disegno delle luci e la grande griglia ora più larga e abbassata. All’interno spicca la sottile plancia caratterizzata dal design black panel, tecnologico e futuristico, che coniuga originalità e funzionalità. L’abitacolo è volutamente minimalista ed ergonomico ed è caratterizzato, in particolare, dal sistema MMI touch response che permette al driver di gestire quasi la totalità delle funzioni di bordo attraverso due grandi display (uno da 10,1’’ e l’altro da 8,6’’) perfettamente integrati nella plancia. Da qui è possibile controllare ad esempio l’infotainment e la navigazione, la climatizzazione e le funzioni legate al comfort. 

Ricca è la dotazione tecnologica di bordo legata alla sicurezza, con 38 sistemi di assistenza alla guida opzionali. Dietro questi sistemi c’è tutta l’innovativa tecnologia di Audi: la centralina dei sistemi di assistenza alla guida zFAS, che elabora costantemente l’immagine dell’ambiente circostante utilizzando le informazioni raccolte da un set di sensori innovativo. A seconda dell’equipaggiamento scelto, il set di sensori comprende cinque radar, cinque telecamere, dodici sensori ad ultrasuoni e uno scanner laser.

 

Articoli correlati: