Audi A3 : con Sedan sfodera la «coda»

di Roberto Mazzanti

image

È cresciuta in lunghezza rispetto alla Sportback, si è alleggerita senza perdere le finiture raffinate della sorella a due volumi. Quando viaggia a velocità turistica due cilindri si «spengono» per tagliare i consumi. Con l’1.4 litri TFSI raggiunge i 217 km/h e percorre più di 21 km con un litro di benzina.

La scelta di Audi di presentare sul nostro mercato la A3 Sedan non penalizza la Sportback, la versione preferita dalla clientela della Penisola per via del comodo portellone posteriore, che mantiene una ricca gamma e la versione integrale assente per ora nella Sedan.

AAM Ott13.pdf - Adobe Acrobat ProLa linea
Nel frontale Sedan e Sportback sono praticamente identiche, di fianco e dietro la linea è condizionata dal tetto che degrada sul portabagagli e sulla «coda» che presenta nella linea del baule un leggero spoiler. I fari sono stretti, a sviluppo orizzontale, con un gioco di led a forma di sette; anche dietro le luci di posizione sono strette ed orizzontali con led di colore rosso; le fiancate hanno due visibili nervature e le gomme sono a filo della carrozzeria circondate da vistosi passaruote.

La differenza più significativa tra i due modelli sta nella lunghezza con Sedan che dispone di 15 centimetri in più, tutti a vantaggio della capacità di carico del bagagliaio (425 litri che diventano 880 ripiegando i sedili posteriori). La piattaforma è quella di Golf VII e di Seat Leon che ha la caratteristica di essere più leggera delle precedenti: Audi A3 Sedan con il motore a benzina di 1.4 litri da 140 cv (la stessa della nostra prova su strada) si dimostra particolarmente veloce (217 km/h) e vivace (8,4 secondi da 0 a 100) con consumi ufficiali contenuti (21,3 km/l) grazie anche alla sua complessiva leggerezza ottenuta dalla lavorazione di speciali acciai formati a caldo (di minore spessore) e dall’utilizzo dell’alluminio nel cofano motore e del magnesio nel supporto della plancia.

 

imageTecnologia e motori
Se la linea con tetto e lunotto molto inclinati fanno assomigliare la A3 Sedan ad una coupè più che ad una berlina a tre volumi, l’abitacolo è rimasto praticamente invariato rispetto alle altre versioni con materiali di elevata qualità e dettagli curatissimi come le bocchette della ventilazione. Non mancano naturalmente il sottilissimo schermo da 7 pollici del navigatore che esce dal vano che lo contiene a riposo ed il sistema MMI (che si manovra con il classico rotellone sul tunnel centrale) con sound Bang&Olufsen e Audi connect. Per l’assistenza e la sicurezza alla guida sono presenti l’Adaptive Cruise Control, l’Audi Side Assist, l’Audi Active Lane Assist e l’assistenza al parcheggio con visualizzazione perimetrale. E’ evidente che in termini di tecnologia la A3 Sedan ha ottenuto in dote il know how dei modelli di segmento superiore.

Per il momento la gamma dei motori dedicati alla Sedan è composta da due benzina con turbo ed iniezione diretta (1.4 litri TFSI con 140 e 180 cv) ed un solo diesel 2.0 TDI con 150 cv, già Euro 6, accreditato di un consumo mini (4,1 l/100 km), che sarà affiancato a fine anno da un altro motore a gasolio di 1.6 litri TDI con 105 cv annunciato con un consumo medio ancor più contenuto: 3,8 litri ogni 100 km. Per chi ama le grandi potenze ci sarà in seguito anche la S3 Sedan spinta dal 2.0 TFSI con 300 cv ed un’accelerazione bruciante (4,9 secondi da 0 a 100).

Su strada
La scelta dell’1.4 TFSI da 140 cv per la prova su strada è stata dettata dalla curiosità di vedere all’opera un motore che, per ridurre i consumi e diminuire le emissioni, può funzionare anche a 2 cilindri. Il sistema è chiamato «Cylinder On Demand» ed il fenomeno si verifica ogni volta che il motore gira a basso regime e viene richiesta una coppia inferiore a 100 Nm. Il passaggio tra le due modalità (a 2 o a 4 cilindri) è difficile da percepire ad orecchio tanto è silenzioso, coperto dai rumori di fondo. Grazie a questa innovazione tecnologica Audi ha calcolato un risparmio di 0,4 litri ogni 100 km tanto da poter dichiarare un percorrenza di 21,3 km per ogni litro di benzina nel ciclo medio.

image

Il motore, nonostante la cilindrata contenuta, ha reazioni vivaci grazie all’azione del turbo che si manifesta anche ad un ridotto numero di giri. Lo sterzo è diretto e l’assetto con le sospensioni a controllo elettronico assicurano un comportamento corretto in ogni situazione ed una elevata tenuta di strada favorita anche da pneumatici di 18 pollici (optional, di serie quelli da 17). Buona l’insonorizzazione che lascia filtrare nell’abitacolo solo il rumore del rotolamento delle gomme sull’asfalto. La presenza della coda non ha inciso sulle reazioni della A3 Sedan soprattutto nei curvoni presi a velocità sostenuta dove non sono necessarie correzioni con lo sterzo alle traiettorie impostate. Possiamo aggiungere che la coda non è un posticcio ma si integra perfettamente alla vettura. In conclusione precisione di guida e silenziosità di marcia sono le doti più apprezzabili della Audi A3 Sedan, oltre naturalmente alla possibilità di viaggiare a due cilindri quando si procede ad andatura turistica.