Assicurazioni auto: le flotte un settore ancora poco redditizio. Sharing Mobility diventa opportunità

Oggi le assicurazioni di flotte auto rappresentano solo il 10% rispetto al totale dei veicoli in circolazione. Questo dato emerge da uno studio di Roland Berger, secondo cui il settore assicurativo legato alle flotte è al giorno d’oggi poco profittevole e riesce raramente a generare redditività. 

Secondo la società di consulenza tedesca, le compagnie assicurative, per rimanere competitive sul mercato, dovranno cogliere le opportunità offerte dalla tecnologia e soprattutto dovranno allinearsi con le “esigenze socio-culturali di condivisone”. Osservando lo scenario globale infatti, si osserva il crescente fenomeno di fruizione dell’automobile in un’ottica di condivisione, come testimoniano il boom di piattaforme e servizi improntati alla sharing economy. 

 

 

In futuro, per Roland Berger, il parco auto delle città sarà sempre più composto da flotte piuttosto che da auto private, e inoltre le tecnologie big data permetteranno lo sviluppo di nuovi modelli assicurativi.

“L’assicurazione del parco auto diventerà perciò molto importante per le compagnie nei prossimi cinque-dieci anni – sostengono da Roland Berger – che dovranno essere disposte a sviluppare le giuste capacità, perfezionare la loro proposta di valore rivedere i loro modelli di sottoscrizione e di servizio e promuovere le partnership con le aziende tecnologiche e gli OEM”.