Arval Store, un negozio per noleggiare l’auto

200 metri quadri interni dedicati all’accoglienza; due postazioni per la consulenza e schermi interattivi. All’esterno, 1.000 metri quadri di area usato, per la valutazione dei veicoli; area noleggio con le auto in promozione, già targate e pronte per essere provate e consegnate. Sono i numeri di Arval Store a Torino. “Il negozio dove l’auto non la compri, ma la noleggi (a lungo termine)”.

Arval Italia, leader nel noleggio a lungo termine, spinge l’acceleratore sui privati, forte di un’offerta, lanciata lo scorso anno, che prevede una tariffa fissa mensile in un pacchetto all inclusive: 100 mila chilometri in 3 anni; Rca, copertura furto e incendio e danni ulteriori; manutenzione ordinaria e straordinaria; assistenza e soccorso stradale 24h; tassa di proprietà e nessun costo a sorpresa. “Con Arval Store affianchiamo al canale digital, destinato ai privati, un valore aggiunto: lo human touch”, ha spiegato Dario Casiraghi, Direttore Generale SME Solutions e New Business Development di Arval Italia, “arricchendo la customer experience, e offrendo al cliente anche la possibilità di vendere il proprio usato quando passa al noleggio”.

ARVAL STORE

L’iniziativa è nata in collaborazione con Intergea, primario gruppo distributivo del settore auto. “L’idea di un luogo fisico dove soddisfare le richieste dei privati per il noleggio ci ha fatto incontrare Arval”, dice Alberto Di Tanno, Ad e Presidente di Intergea, che ha spiegato come anche Arval avesse una strategia di medio lungo periodo in tal senso. Il risultato è l’Arval Store di Corso Rosselli 236 nel capoluogo piemontese: un luogo che rappresenta la “open innovation di Arval”; così l’ha definita Grégoire Chové, direttore generale di Arval Italia. Che ha poi illustrato non soltanto le strategie commerciali del gruppo: “l’idea è di moltiplicare per 10 la flotta di Arval nei prossimi 3 anni”, ma anche i possibili utilizzi dello Store per iniziative come incontri sulla sicurezza stradale per i ragazzi delle scuole.

Un luogo, l’Arval Store, che verrà promosso attraverso una comunicazione circolare, sia sul web sia attraverso compagne mirate, comunicazione che farà leva anche sulla prossimità e sul territorio per aumentare il volume e l’interesse attorno a questa nuova modalità di vendita del noleggio per i privati. “E’ un modello che riteniamo vincente, e dunque lo replicheremo in Italia e in Europa”, ha assicurato Chové.