Arval lancia Arval Connect

Una piattaforma telematica che raccoglie dati per aiutare i clienti a controllare i costi della flotta e agevolare la transizione energetica

“In un momento in cui le aziende stanno monitorando con attenzione le emissioni di CO2 e la flotta, la nostra missione è aiutare i nostri clienti a raggiungere i loro obiettivi attraverso una mobilità più intelligente. Con Arval Connect, forniamo loro uno strumento di consulenza sul noleggio che prevede vantaggi tangibili e la possibilità di prendere decisioni migliori”, dice Alain Van Groenendael, Presidente e Ceo di Arval. Da quest’ottica nasce appunto Arval Connect, la nuova piattaforma di Arval che raccoglie i dati di viaggio e del veicolo, mettendoli a disposizione sia dei driver che dei fleet manager.

I VANTAGGI PER I FLEET MANAGER

Con Arval Connect, i clienti avranno a disposizione uno strumento utile a ottimizzare il loro total cost of ownership (TCO), ad esempio identificando le leve per ridurre il consumo di carburante (fino al 16% di risparmio); avere una flotta più sicura e sostenibile, fornendo un profilo personalizzato del comportamento di guida e promuovendo la sicurezza stradale (fino al 25% di riduzione degli incidenti), analizzando le opportunità di elettrificazione e riducendo le emissioni di CO2 e usufruire di una flotta più efficiente, offrendo la possibilità di assegnare incarichi urgenti, ottimizzando i percorsi e i tempi.

LA TELEMATICA AVANZA…

Con un team interno di esperti, Arval ha investito nella telematica nel corso degli ultimi dieci anni e oggi conta 400 mila veicoli connessi nella propria flotta. Nell’ambito della strategia Arval Beyond, Arval ha annunciato l’ambizioso obiettivo di raggiungere 1,5 milioni di veicoli connessi entro la fine del 2025, pari al 75% della flotta noleggiata.