App e soluzioni di intermodalità: Avis Budget Group accelera sul digitale

Noleggi più semplici per la clientela privata grazie ad un’app per smartphone ed una gestione più facile delle flotte per le amministrazioni pubbliche con il sistema “Intermobility”.

Sono questi i due nuovi assi digitali con cui la società di noleggio Avis Budget Group cerca di accelerare sul mercato italiano, assi che sono stati presentati ieri a Milano nel corso dell’inaugurazione del nuovo Flagship Store presso la Stazione Centrale di Milano (che sarà un punto strategico per la mobilità tra il centro e gli aeroporti della città).

Disponibile per i sistemi operativi iOS e Android, già sperimentata con successo negli Stati Uniti e in Australia, Avis App permette con pochi tocchi dello schermo del telefonino di affittare un veicolo o, per i clienti del programma fedeltà “Preferred”, di cambiare la categoria di quello già prenotato.

L’applicazione permette il pieno controllo del processo di noleggio, dalla prenotazione alla riconsegna della macchina. Il servizio sarà offerto inizialmente in alcune importanti realtà europee, come gli aeroporti di Londra Heathrow, Parigi Orly, Milano Malpensa e Roma Fiumicino, per poi essere esteso a tutto il continente.   

In concomitanza con la presentazione dell’app, Avis Budget Group ha illustrato una soluzione per l’intermobilità a basso impatto ambientale per la città di Milano che, grazie all’utilizzo di strumenti digitali e all’impiego di flotte di veicoli ibridi ed elettrici, potrà permettere di sviluppare un modello di smart mobility di riferimento.

“Il nostro obiettivo – ha sottolineato Gianluca Testa, managing director Italia, Spagna e Portogallo di Avis Budget Group – è di generare soluzioni di mobilità intelligenti, con il dialogo e la collaborazione con i principali comuni italiani che sono in prima linea nella gestione della complessità delle città e nella realizzazione delle politiche pubbliche per la mobilità sostenibile del futuro. Oggi abbiamo presentato le condizioni in termini di flotta sostenibile, infrastruttura fisica e digitale, nonché di servizio per il cliente che consentono di passare alla realizzazione della visione già molto avanzata di Milano”.