Alfa Romeo Giulia MY2020: l’evoluzione della specie

di Gennaro Speranza

La rinnovata Giulia è caratterizzata da esclusivi miglioramenti tecnologici. Nuovo infotainment con servizi connessi, interfaccia uomo-macchina completamente ridisegnata, nuovi sistemi Adas e guida autonoma di livello 2 amplificano le emozioni di guida e la centralità del conducente.  

Da quando è arrivata sul mercato, nel 2016, Alfa Romeo Giulia ha sconvolto il segmento delle berline medie, giocandosela alla pari rispetto alla concorrenza diretta ed anzi diventando il punto di riferimento della categoria per piacere di guida.

A quasi quattro anni dal debutto, è arrivato ora il tempo del restyling di metà carriera per il gioiello della Casa del Biscione, un restyling che ha interessato relativamente il design – uno degli elementi più apprezzati del modello uscente – e in modo molto più approfondito gli interni, la connettività e le tecnologie per la sicurezza. Presentata in anteprima alla stampa agli inizi di novembre presso Borgo Egnazia (Brindisi), la nuova Giulia MY2020 sarà disponibile negli show room Alfa Romeo a partire da Gennaio 2020.

GUARDA IL VIDEO: ALFA ROMEO GIULIA MY2020 – PROVA SU STRADA

PIACERE DI GUIDA

Cominciamo col dire che il piacere di guida, elemento da sempre distintivo del brand Alfa Romeo, comincia appena si sale a bordo della rinnovata Giulia. I tecnici hanno infatti lavorato molto per migliorare l’insonorizzazione, con l’aggiunta di materiali fonoassorbenti e di vetri laminati, e in generale la qualità percepita degli interni che ora risultano più eleganti e più tecnologici. Il volante adesso ha una forma più ergonomica che serve ad esaltare la sensazione di guida sportiva ma anche ad accogliere i comandi per l’attivazione dei sistemi di assistenza alla guida.

È stata ridisegnata poi la consolle centrale, che ora dispone di un nuovo vano portaoggetti più ampio ed accoglie il wireless charger per ricaricare comodamente il nostro smartphone senza collegarlo tramite il tradizionale cavo di alimentazione. Nuovi sono anche la leva del cambio, rivestita in pelle con inserti patinati, e il rotary knob che gestisce l’infotainment e che offre una sensazione di precisione e solidità a ogni tocco. Da segnalare infine lo schermo TFT da 7” nel quadro strumenti e il display touchscreen da 8,8”. Quest’ultimo è dotato di un nuovo layout ridisegnato con componenti grafici studiati per interagire intuitivamente con tutte le funzionalità e personalizzabili a seconda delle più diverse esigenze. Insomma, la differenza con il passato salta all’occhio immediatamente.

CONNETTIVITÀ AL TOP

Il nuovo touchscreen da 8,8’’, tra l’altro, introduce ad un’altra importante novità presente a bordo di Alfa Romeo Giulia MY2020: la connettività. Scopriamo infatti che ora sono disponibili i servizi connessi di Mopar, utili per la sicurezza e il comfort. C’è ad esempio My Assistant, che in caso di emergenze consente di richiedere supporto ed assistenza stradale semplicemente schiacciando un tasto sulla plafoniera, sul touchscreen dell’auto o su quello del proprio smartphone. C’è poi My Remote, che dà la possibilità di gestire a distanza via smartphone alcune funzionalità della propria vettura, dalla semplice apertura al controllo dei parametri di guida.

My Theft Assistance, invece, avvisa il proprietario in caso di furto del veicolo, mentre My Wifi permette di condividere la connessione interna fino ad un massimo di 8 dispositivi. Nel prossimo anno verrà aumentata l’offerta di servizi per la connettività con My Navigation (che comprende le applicazioni per la ricerca della destinazione e dei Point of Interest a distanza e gli avvisi in tempo reale sulle condizioni traffico, meteo e autovelox) e per i clienti business My Fleet Manager. Quest’ultimo servizio, pensato per la gestione delle flotte, dà accesso in tempo reale a tutte le informazioni più importanti per i fleet manager: consumi, percorsi, stato manutentivo, ecc.

GUIDA AUTONOMA DI LIVELLO 2

Plancia digitale, fruibilità maggiore con i device, connettività al top. In sintesi, la rinnovata Alfa Romeo Giulia compie un importante passo in avanti nel segno dell’evoluzione tecnologica. Un salto di livello che trova concreta espressione anche nell’ampia offerta di sistemi Adas per l’assistenza alla guida, che sulla nuova Giulia passano ora dal primo al secondo livello di guida autonoma.

Sono presenti il Traffic Jam Assist e Highway Assist (che in aggiunta all’Active Cruise Control mantengono la vettura al centro della corsia in condizioni di traffico intenso o in autostrada, regolando inoltre la velocità in base ai limiti di velocità), l’Active Blind Spot Assist per il monitoraggio degli angoli ciechi, il Lane Keeping Assist per il mantenimento dell’auto in carreggiata, il Traffic Sign Recognition e l’Intelligent Speed Control che riconoscono i segnali stradali e permettono di adattare la velocità in base al limite imposto. Infine il Driver Attention Assist, che monitora lo stato di benessere del guidatore e avverte quando è il momento di fare una piccola sosta.

AMPIA GAMMA

A un’offerta così ricca ed evoluta non poteva che corrispondere una nuova ed ampia struttura di gamma che si articola, immediatamente sopra i modelli di accesso, negli allestimenti Super, Sprint, Ti, Veloce, ai quali si aggiunge l’allestimento Business dedicato alle flotte. Per la nostra prova abbiamo scelto la versione Ti, spinta da un grintoso 2.2 Turbo Diesel da 160 CV Euro 6D-Temp, con coppia di 450 Nm, cambio automatico e trazione posteriore, che ci ha permesso di affrontare con grande agevolezza e versatilità le differenti strade del nostro test drive, dalle viuzze tortuose dei tipici borghi pugliesi al traffico urbano, dai percorsi asfaltati tra i filari di ulivi alla guida in autostrada.

La sensazione che maggiormente ci ha colpito è stata di quella di avere l’auto perfettamente sotto controllo, dai pedali al volante, dai comandi disposti razionalmente ai tanti ausili per la guida. Una vettura, in sostanza, pensata per soddisfare chi è attento alle prestazioni ed è alla ricerca del lato emozionale, senza rinunciare a comfort, sicurezza e dotazioni di alto livello.