ALD Automotive: investimenti e nuovi servizi per crescere nel 2022

Parole chiave per la crescita: digitalizzazione, personalizzazione, flessibilità e priorità a nuove strategie di mobilità condivise, connesse, multimodali e sostenibili, tutto ciò senza perdere mai di vista gli standard di qualità del servizio

“Nel 2022 – dice Antonio Stanisci, Commercial & Marketing Director di ALD Automotive Italia – ALD Automotive Italia punterà alla crescita dell’offerta di soluzioni di noleggio full-service, sviluppando il potenziale di incremento in ciascuno dei quattro segmenti di target: multinazionali e grandi aziende, PMI, dipendenti aziendali e clientela retail. Per soddisfare le esigenze e le aspettative dei nostri clienti, punteremo sulle offerte del nostro prodotto core, il noleggio a lungo termine, su quelle flessibili mid-term ALD Flex e sul noleggio dell’usato ALD 2Life. Stiamo inoltre investendo, in ottica di ottimizzazione del valore del nostro parco auto, sulla vendita dell’usato di qualità in ottica B2B con ALD Carmarket, il nostro portale dove i commercianti d’auto possono acquistare veicoli usati attraverso aste a rilancio. Grazie all’acquisizione di Fleetpool, la principale società tedesca di noleggio di veicoli in abbonamento, vogliamo anche sviluppare il modello della subscription economy e del noleggio in abbonamento, sempre nel segno della flessibilità e della semplificazione. Stiamo infine lavorando su un nuovo prodotto green dedicato alle piccole, medie e grandi imprese che assicurerà una mobilità sostenibile a 360°. Questa nuova soluzione dedicata all’elettrico comprenderà in un unico canone i servizi di consulenza e analisi per l’elettrificazione della flotta, la card per ricaricare dalla rete di infrastrutture pubbliche e l’installazione di infrastrutture domestiche per i propri dipendenti, comprensive di rimborso automatico per l’energia erogata da casa”.

ANTONIO STANISCI
Commercial & Marketing
Director di ALD
Automotive Italia

LE SFIDE DEL 2022

“Nell’ultimo anno e mezzo lo scenario così complesso ci ha spinti ad innescare una profonda trasformazione in termini di innovazione digitale e di organizzazione del nostro business. Allo stesso tempo abbiamo messo in campo servizi fortemente customizzati e nuovi canali di vendita. Oltre al noleggio a lungo termine, abbiamo infatti proposto alle aziende soluzioni flessibili midterm, utili sia per fronteggiare imprevisti e nuove esigenze, che per provare, con una consulenza mirata da parte nostra, nuovi veicoli elettrici e ibridi. Per quanto riguarda lo shortage e il conseguente rallentamento del ciclo produttivo, per i grandi operatori del noleggio il contraccolpo è stato sicuramente più limitato. Siamo intervenuti proponendo l’estensione dei contratti in essere laddove ci fossero le condizioni, oppure offrendo soluzioni di medio termine, sfruttando la nostra flotta a disposizione che siamo riusciti ad incrementare in questi mesi, anche inserendo alcuni veicoli in rientro che avessero le giuste caratteristiche. È cresciuta tanto anche la richiesta di ALD 2Life, cioè di contratti di rinoleggio di veicoli usati. In questo modo abbiamo cercato di trasformare un problema in un’opportunità”.

MOBILITÀ ELETTRICA

È chiaro che nel 2022 si giocherà una partita importante sul fronte della sostenibilità e il noleggio avrà un ruolo fondamentale nel promuovere e accompagnare questa grande transizione. Come ALD con il nostro piano strategico globale Move 2025 prevediamo un aumento della quota di veicoli elettrici pari a circa il 30% delle auto nuove consegnate entro il 2025 per arrivare al 50% entro il 2030. Il cliente-tipo del noleggio a lungo termine è pronto all’alimentazione elettrica”.