Agevolazioni per le colonnine di ricarica

di Carla Brighenti e Davide De Giorgi

FISCO E DINTORNI – Gli esperti rispondono. Rubrica a cura di Carla Brighenti (dottore commercialista) e Davide De Giorgi (avvocato tributarista)

QUESITO: Ci sono agevolazioni fiscali per le colonnine di ricarica delle auto elettriche?

Tra gli incentivi previsti per spingere la riconversione del parco auto, c’è un incentivo che riguarda la parziale copertura delle spese sostenute per l’installazione di determinate colonnine di ricarica per le auto elettriche. Per le spese documentate sostenute dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021, è operativa una detrazione fiscale pari al 50 per cento per un totale non superiore a 3.000,00 euro da ripartire in dieci quote annuali di pari importo. Tra le spese coperte dall’incentivo possono essere considerate anche quelle iniziali per la richiesta di potenza addizionale fino ad un massimo di 7 kW.

Nel caso in cui il contribuente che ha effettuato l’intervento abbia sostenuto una spesa inferiore a 3.000,00 euro potrà beneficiare, per il medesimo periodo d’imposta, dell’importo residuo per ulteriori interventi Come chiarito dall’A.d.E. con la circolare n. 8 del 2019 “possono beneficiare della detrazione i soggetti passivi IRPEF e IRES che sostengono le spese per gli interventi agevolabili, se le spese siano rimaste a loro carico, e possiedono o detengono l’immobile o l’area in base ad un titolo idoneo”.

CHIEDI AGLI ESPERTI