ABB acquisirà una quota di maggioranza del fornitore cinese di sistemi di ricarica Chargedot

L’acquisizione darà ad ABB un ruolo significativo nel realizzare la crescita di un ecosistema articolato di mobilità elettrica, lavorando a stretto contatto con SAIC e altri produttori di veicoli cinesi leader sul mercato.

Il colosso energetico ABB acquisirà una quota di maggioranza del 67% nella Shanghai Chargedot New Energy Technology, uno dei principali fornitori cinesi di soluzioni per la mobilità elettrica. La transazione si concluderà nei prossimi mesi e ABB avrà la possibilità di aumentare ulteriormente la propria partecipazione nei tre anni a seguire.

Dalla sua istituzione nel 2009, Chargedot, con sede a Shanghai, ha dato un contributo significativo alla diffusione di veicoli elettrici in Cina. La società fornisce stazioni di ricarica in corrente alternata e continua, nonché la piattaforma software necessaria a una gamma di clienti che comprende produttori di veicoli elettrici, operatori di reti di ricarica per veicoli elettrici e sviluppatori immobiliari. Chargedot ha attualmente 185 dipendenti e gli altri suoi azionisti includono Shanghai SAIC Anyo Charging Technology, una consociata di SAIC.

“L’acquisizione di Chargedot è una scelta naturale per ABB – si legge in una nota di ABB – che come leader globale nelle infrastrutture di trasporto sostenibili, offre già soluzioni dalla distribuzione elettrica ai punti di ricarica per auto e camion, nonché per l’elettrificazione di navi, ferrovie, tram e funivie. L’acquisizione rafforzerà la relazione di ABB con i principali produttori cinesi di veicoli elettrici e amplierà il suo portafoglio di e-mobility con hardware e software sviluppati appositamente per le esigenze locali”.