A Monza il 17 e 18 aprile Company Car Drive

di Ermanno Molinari

AutoAziendaliMagazine_9_gennaio2013low.pdf - Adobe Acrobat ProAl via la seconda edizione di Company Car Drive, dove i fleet manager aziendali avranno l’opportunità di provare all’interno di una location dedicata i modelli messi a loro disposizione dalle case automobilistiche. Durante l’evento anche seminari formativi e l’assegnazione dei Fleet Italy Awards, i riconoscimenti alle migliori esperienze di gestione di flotte di auto aziendali realizzate nel corso del 2012.Un format originale, espressamente realizzato per favorire l’incontro tra domanda e offerta di auto aziendali su percorsi studiati per consentire agli acquirenti ed ai gestori di flotte aziendali, non solo di provare ma anche di confrontare le autovetture ed i veicoli commerciali messi a loro disposizione dalle case automobilistiche. Sono questi i tratti essenziali di Company Car Drive, l’iniziativa rivolta ai fleet manager aziendali e proposta per la prima volta nel nostro Paese nel 2012 presso l’autodromo di Vallelunga.

Ora, sull’onda del grande successo riscontrato dalla prima edizione tutto è pronto per il varo della seconda ed ancor più ambiziosa edizione che si terrà all’Autodromo Nazionale di Monza mercoledì 17 e giovedì 18 aprile 2013. Company Car Drive 2013, come già l’edizione precedente, è realizzato da GL events Italia, società organizzatrice del Motor Show di Bologna, e da Econometrica, società editrice di Auto Aziendali Magazine. L’iniziativa è patrocinata da A.I.A.G.A., l’Associazione Italiana Acquirenti e Gestori di Auto Aziendali.

Non solo test drive
La formula della manifestazione non si incentra solo sui test drive degli autoveicoli, che pure ne costituiscono la connotazione principale, ma prevede il coinvolgimento e la presenza anche delle società specializzate in prodotti e servizi della filiera dell’auto aziendale. Oltre che provare le vetture, i fleet manager potranno così avere informazioni dettagliate su servizi e soluzioni per le flotte direttamente da parte di società di noleggio e di altri fornitori di prodotti e servizi per il settore delle auto aziendali che saranno presenti in un’area appositamente dedicata. Specifici workshop e seminari formativi gratuiti organizzati dalla Fondazione Alma Mater dell’Università di Bologna, da Econometrica e da A.I.A.G.A. forniranno poi ai fleet manager presenti un’importante opportunità di approfondimento ed aggiornamento professionale. Nel corso di Company Car Drive 2013 si svolgeranno poi anche altri importanti appuntamenti, come l’Assemblea di A.I.A.G.A. e la cerimonia di attribuzione dei Fleet Italy Awards, i riconoscimenti che premieranno i fleet manager con le migliori esperienze di gestione del parco auto aziendale realizzate nel corso del 2012. E’ previsto inoltre un ricco calendario di incontri con case automobilistiche e fornitori di beni e di servizi alle flotte. Per partecipare a Company Car Drive occorre registrarsi al sito www.companycardrive.com.

Come partecipare
Come già nella prima edizione dell’evento, la partecipazione a Company Car Drive è gratuita (previa registrazione al sito www.companycardrive.com) per i fleet manager, i responsabili degli acquisti, dei servizi generali, delle risorse umane di aziende e di enti pubblici con parchi auto di dimensioni piccole, medie o grandi ed i mobility manager aziendali.

I percorsi
Per lo svolgimento di Company Car Drive 2013 all’autodromo di Monza gli organizzatori hanno predisposto sei specifici percorsi automobilistici di cui due per la guida sicura, uno in pista junior per prove di ripresa ed accelerazione, uno in pista di F1, uno country (in parte sulla vecchia pista sopraelevata) e uno su un percorso stradale esterno. Diversi sono pertanto i test drive possibili ed ogni prova è studiata per mettere in risalto le particolari caratteristiche del veicolo ed evidenziarne le performance. La conoscenza dei veicoli è un elemento decisivo nel processo di scelta del fleet manager che deve necessariamente essere in grado di valutare personalmente l’affidabilità, la sicurezza, il comfort e le prestazioni dei mezzi. E ciò significa, secondo la filosofia di Company Car Drive, mettere a disposizione dei fleet manager una serie di percorsi che consentano di verificare direttamente sul campo le caratteristiche dei veicoli. Percorsi, cioè, che possano consentire di mettere in rilievo la maneggevolezza delle vetture, il comfort, l’assenza di rollio, o che ancora permettano la simulazione di un percorso autostradale o di un normale itinerario stradale, ma anche che permettano test di trazione, slalom , guida sul bagnato.

Prove di Guida Sicura – Percorsi Paddock 1 e 2
Le due aree di Guida Sicura sono indipendenti fra loro, ma le prove possono essere svolte anche consecutivamente e prevedono tre diversi tipi di esercizi: Handling o maneggevolezza, Steering Pad, Panic Stop con muro d’acqua. La maneggevolezza, indispensabile nella guida a bassa velocità, viene testata sul percorso Paddock 1, mediante la simulazione di un parcheggio frontale e a seguire di un parcheggio in retromarcia, che permette di verificare la visibilità posteriore in manovra. L’esercizio prosegue poi nell’affrontare un doppio cerchio per verificare l’angolo di sterzata. Sul percorso Paddock 2 ha luogo l’esercizio di Steering pad per testare la capacità di curva in sottosterzo o sovrasterzo: si sperimenta l’improvvisa perdita di aderenza dell’asse anteriore in caso di utilizzo di autovetture a trazione anteriore o la perdita di aderenza dell’asse posteriore nel caso di utilizzo di auto a trazione posteriore, spiegando così le manovre da eseguire per recuperare il controllo della vettura. Nella guida di ogni giorno, poi, può capitare di dover affrontare situazioni d’emergenza dovute ad esempio ad un ostacolo improvviso che si presenta sulla traiettoria di guida: la reazione in questi casi deve essere rapida, decisa ed efficace. Per questo caso è stato pensato l’esercizio di Panic Stop: attraverso un muro d’acqua che si presenta improvvisamente davanti alla traiettoria di guida, si simula una situazione di emergenza che può essere superata con l’ausilio dei sistemi di sicurezza presenti sulle vetture moderne e con un corretto comportamento di guida.

Prova Junior- Percorso Blu
Su un tracciato veloce, ovale, della lunghezza di 2,4 km si svolgerà il percorso Blu, appositamente predisposto per poter verificare le prestazioni di ripresa ed accelerazione dei mezzi. Come di norma, la velocità massima consentita ai fleet manager è quella autostradale (130 km/h).

Prova Autostradale – Percorso F1 Rosso
Il Percorso F1 Rosso si svolgerà sul tracciato della pista utilizzata per il Gran Premio di Formula Uno che ha una lunghezza di 5,8 km. Questo percorso è un’attrattiva di particolare interesse per i fleet manager. La prova di simulazione autostradale sulla pista consentirà infatti di verificare la stabilità di marcia, il rollio nelle curve veloci, la silenziosità e in generale l’handling delle autovetture. Trattandosi del circuito di F1, apposite chicane di rallentamento avranno la funzione di contenere opportunamente la velocità in corrispondenza dei punti più impegnativi ed assicurare così massima sicurezza alla prova.

Prova stradale esterna – Percorso Azzurro
La prova stradale esterna rappresenta una novità rispetto alla precedente edizione di Company Car Drive. Il percorso Azzurro prevede, appunto, la prova dei mezzi su un itinerario di circa 10 km che si dipana sulle strade interne del Parco di Monza, consentendo così ai fleet manager di testare le vetture ed i veicoli commerciali in quelle che sono, di norma, le loro più abituali condizioni di utilizzo. Il tempo di svolgimento dell’intero percorso è previsto fra i 15 e i 20 minuti.

AutoAziendaliMagazine_9_gennaio2013low.pdf - Adobe Acrobat ProProva Country – Percorso Verde
Il sesto percorso di prova, quello Verde, consentirà invece lo specifico test delle vetture e dei veicoli commerciali su tratti con fondi accidentati e sconnessi. Il tracciato proposto ai fleet manager ha una lunghezza complessiva di 2,3 km ed include un tratto, molto spettacolare, della vecchia pista sopraelevata. Le caratteristiche del Percorso Verde fanno sì che possa essere aperto a tutte le vetture ed ai veicoli commerciali per verificarne la tenuta di strada, le sospensioni ed il comfort in condizioni di particolare sollecitazione.

 

Company Car Drive2013 in sintesi

DOVE
Autodromo Nazionale di Monza situato all’interno del Parco di Monza

QUANDO
Mercoledi 17 e giovedi 18 aprile 2013 dalle 9 alle 18

QUANTO COSTA
La partecipazione dei fleet manager e dei loro accompagnatori è gratuita previa registrazione al sito www.companycardrive.com

A CHI SI RIVOLGE
Ai fleet manager, ai responsabili degli acquisti, dei servizi generali, delle risorse umane di aziende e di enti pubblici con parchi auto di dimensioni piccole, medie o grandi, ai mobility manager aziendali

PERCHE’ PARTECIPARE
Per provare le autovetture per la propria flotta aziendale e per ricevere tutte le informazioni necessarie per un anno di lavoro

CONTENUTI PRINCIPALI

  • Prove su strada e su pista di:
    • Autovetture
    • Veicoli commerciali
    • Suv e fuoristrada
    • Auto elettriche
  • Seminari di formazione
  • Conferimento dei premi Fleet Italy Awards 2012
  • Conferimento dei diplomi del corso per fleet manager organizzato dall’Università degli Studi di Bologna, Econometrica ed A.I.A.G.A.
  • Assemblea Aiaga

REGISTRAZIONE
www.companycardrive.com

INFORMAZIONI
Segreteria Organizzativa: tel. 051-271710 email: info@econometrica.it

Il grande successo della prima edizione di
Company Car Drive nel 2012

416 fleet manager partecipanti, 2.664 test drive svolti su 5 diversi percorsi di prova, 90 autoveicoli esposti ed in prova (6 ad alimentazione elettrica e 7 con tecnologia ibrida), 17 marchi di costruttori auto presenti, 12 sponsor e partner dell’evento, 4 seminari di formazione con ben 331 partecipanti. Sono questi i numeri salienti della prima edizione di Company Car Drive svoltasi all’autodromo “Pietro Taruffi” di Vallelunga il 18 e 19 aprile 2012.

 

Nel business per fare strada, devi provarle tutte. Questo l’headline scelto per la campagna pubblicitaria di Company Car Drive 2012. Una scelta certamente felice, visti gli eccellenti risultati raggiunti dalla prima edizione dell’iniziativa il cui valore aggiunto è consistito proprio nella possibilità offerta per la prima volta nel nostro Paese ai fleet manager di provare nel corso della propria visita alla manifestazione le molte gamme di autovetture e veicoli commerciali proposte dalle case auto. Un approccio esperienziale, che ha consentito a ben 416 fleet manager aziendali di provare in prima persona i modelli offerti per le flotte aziendali. Un confronto esaustivo è stato possibile anche grazie alle diverse tipologie di percorso offerte dall’impianto polifunzionale di Vallelunga che ha consentito di testare le vetture su cinque diversi tracciati, percorribili in contemporanea e senza soluzione di continuità tanto che ben 2.664 sono stati i test drive svolti nei due giorni della manifestazione. Ciascun percorso, appositamente scelto e predisposto, ha permesso di mettere in evidenza le specifiche caratteristiche e performance di 90 vetture e veicoli commerciali complessivamente presenti.

 

Approfondimento

Nel corso di Company Car Drive 2012 non sono poi mancati i momenti dedicati all’approfondimento professionale ed alla formazione. I fleet manager intervenuti hanno infatti avuto anche l’opportunità di ricevere informazioni e documentazione da parte delle aziende fornitrici di servizi e prodotti per le flotte (società di noleggio, di fleet management, aziende di pneumatici e fornitori di prodotti e soluzioni per le flotte aziendali) e di seguire seminari organizzati da Fondazione Alma Mater dell’Università di Bologna, Econometrica ed A.I.A.G.A. su il fleet manager come partner strategico per la creazione del valore di impresa, la Gestione del Total Cost of Ownership delle flotte aziendali e l’Auto elettrica nelle flotte.

 

I Fleet Italy Awards

Nell’ambito della manifestazione grande interesse ha suscitato anche l’assemblea di A.I.A.G.A. (Associazione Italiana Acquirenti e Gestori Auto Aziendali) e l’attribuzione per la prima volta in Italia dei Fleet Italy Awards, speciali riconoscimenti che hanno premiato i migliori fleet manager per progetti di miglioramento della gestione delle proprie flotte aziendali realizzati nel corso del 2011. Particolarmente qualificato il palmares dei vincitori. Il riconoscimento di Fleet Italy Manager dell’anno 2011 è stato assegnato a Robert Satiri, responsabile dei servizi generali di Colacem, il premio Fleet Italy SQE (Safety Quality Environment) è andato a Tiberio Tesi, Organization & HR Director & Chief Sustainability Officer di Sap Italia, mentre il riconoscimento di Fleet Italy Mobility Award è stato attribuito ex equo al team Enel Servizi (composto da Giovanni Soldatich, Laura Gazzani, Angelo Riccardi e Michele Ricco) e inoltre a Laura Gobbis, Fleet Procurement Manager di Luxottica e a Gianfranco Martorelli, General Services Fleet & Mobility Manager di Wind Telecomunicazioni.

Lascia un commento