2020, anno di svolta per la crescita della rete di ricarica

di Giorgio Costa

A sostegno della diffusione dei veicoli elettrici, le società energetiche hanno messo a punto piani di crescita della rete di infrastrutture necessarie per la ricarica. Abbiamo chiesto ai principali operatori di questo settore di illustrarci i loro programmi per il 2020.

Sono sempre più numerose le colonnine di ricarica delle società energetiche che seguono il mercato, in crescita costante, delle auto alimentate da propulsori elettrici. E il segmento business, flotte aziendali in particolare, è quello che traina la grande rivoluzione che sta interessando, seppure lentamente e con volumi ancora modesti, il mondo della mobilità. È quel che emerge dall’inchiesta condotta da Auto Aziendali magazine che ha sondato alcuni tra i principali player energetici, che, se da una parte insistono sulla necessità di incentivi all’acquisto, dall’altra cercano di far crescere la rete di infrastrutture, nella convinzione che i canoni di noleggio si abbasseranno con l’aumento della domanda e dell’offerta di modelli.

Le colonnine di ricarica saranno sempre più frequenti nei punti nevralgici di prelievo e restituzione dei mezzi, come le stazioni ferroviarie. Infine l’offerta sarà sempre più a misura d’impresa, con soluzioni adattabili a qualunque tipo di società.

A2A, un’offerta completa per i clienti business

Riccardo Fornaro, responsabile E-mobility A2A Energy Solutions

Per quel che riguarda A2A Energy Solutions, “il nostro circuito E-moving – sottolinea Riccardo Fornaro, responsabile E-mobility A2A Energy Solutions – è il più capillare in ambito urbano per la mobilità elettrica, con oltre 500 punti di ricarcia pubblici presenti a Milano, Bergamo, Brescia, Cremona, Rovato e Valtellina”.

“L’azienda ha pianificato nei prossimi mesi importanti investimenti per l’ampliamento della rete di ricarica, a partire dai territori di riferimento. I clienti business sono uno dei nostri maggiori punti di attenzione e l’offerta a loro dedicata comprende consulenza tecnico-economica, installazione, gestione e manutenzione dei sistemi di ricarica.

Tutti i nostri interlocutori sono sicuramente accomunati da un’elevata sensibilità ambientale. In ambito business si tratta prevalentemente di società che fanno parte di grandi gruppi che si occupano di social corporate responsibility, o imprese che desiderano ottenere benefici concreti nella propria operatività quotidiana”.

E-Vai, grande attenzione per le aziende

Sebastiano di Carlo, direttore commerciale E-Vai

“Da sempre siamo impegnati a dialogare con tutti gli operatori attivi nella diffusione delle infrastrutture di ricarica”, spiega Sebastiano di Carlo, direttore commerciale E-Vai. “Nel 2018 è nato un programma di sperimentazione con BeCharge per creare e rinnovare punti di prelievo e riconsegna presso le stazioni ferroviarie e i Comuni coinvolti nel progetto europeo I-SharE LIFE”.

Anche nell’ottica di miglioramento del Piano spostamenti casa-lavoro, “il nostro servizio E-Vai Public soddisfa le esigenze di spostamenti professionali, contribuisce alla saturazione di colonnine già esistenti o alla diffusione di nuove e permette di condividere le auto, tramite App, con i cittadini fuori dagli orari lavorativi”.

Alle aziende tutti gli operatori dovranno dedicare grande attenzione e proporre soluzioni a 360° per la mobilità dei dipendenti, facili da utilizzare per missioni aziendali o per i bisogni personali, condivise e inclusive dei consumi di energia. Nel nostro caso i dipendenti delle aziende clienti possono sostare e ricaricare nei nostri 110 E-Vai Point in Lombardia”.

Enel X, una presenza diffusa in tutta Italia

Alberto Piglia, responsabile e-mobilty di Enel X

Enel X nel 2020 continuerà a crescere. “Viaggiamo – spiega Alberto Piglia, responsabile e-mobilty di Enel X – a un ritmo di circa 30 punti di ricarica installati a settimana e ad oggi sono oltre 8.500 quelli presenti lungo tutto lo stivale, di cui oltre 450 punti di ricarica Fast che permettono una ricarica completa in circa 20 minuti”.

“Negli ultimi due anni Enel X ha lavorato per prima cosa sulla conversione della propria flotta aziendale, convertendo oltre 1400 veicoli in mezzi elettrici e questo ha permesso di sperimentare i bisogni del cliente business per i quali Enel X ha messo a punto un’offerta che ha l’obiettivo di identificare modalità, tempistiche e costi della trasformazione della flotta da termica ad elettrica“.

Hera Comm, una risposta completa per il NLT

Isabella Malagoli, direttore generale Hera Comm (Gruppo Hera)

Il Gruppo Hera gestisce una rete di circa 60 stazioni di ricarica (di cui oltre 40 a uso pubblico e corrispondenti a circa 80 prese) a Modena, Imola, Trieste, Udine e Gorizia. L’intenzione, spiega Isabella Malagoli, direttore generale Hera Comm (Gruppo Hera), “è portare nei prossimi anni la nostra rete di ricarica pubblica ad alcune centinaia di colonnine. Ad oggi abbiamo siglato accordi con 15 Comuni, per un totale di 270 nuovi punti di ricarica, di cui circa 200 attivabili entro il 2020.

Sul fronte business disponiamo di un’offerta completa, per ogni tipo di esigenza: un’opzione ‘standard’ per le piccole partite Iva, già adottata da una settantina di aziende solo nell’ultimo trimestre 2019. Alle aziende più strutturate dedichiamo offerte “su misura”. Riteniamo la scelta dei sistemi di ricarica fondamentale per un’azienda che voglia elettrificare il proprio parco auto e per questo offriamo una risposta completa per il noleggio a lungo termine”.

Onewedge, 2020 anno di svolta

Gianni Catalfamo, amministratore delegato di Onewedge

Nei programmi di Onewedge c’è l’installazione di 30 nuove colonnine di ricarica fast entro il 2020. Il segmento business è il volano essenziale per mettere in moto la transizione, sia per i maggiori vantaggi offerti dall’elettrificazione al segmento B2B rispetto al B2C, sia per la perfetta integrazione con i programmi più generali di sostenibilità e decarbonizzazione messi in campo da moltissime imprese.

Ci conforta in questa convinzione la constatazione – spiega Gianni Catalfamo, amministratore delegato di Onewedge – di quanta attenzione ci venga riservata da grandissime imprese operanti nei settori più disparati”. Il 2020 si prospetta un anno di svolta: il panorama dell’offerta si arricchirà, soprattutto nei segmenti non luxury, che costituiscono la spina dorsale delle flotte italiane. Anche i canoni di noleggio a lungo termine per molte grandi imprese si sono ormai sostanzialmente allineati al termico.

Repower, strumenti di ricarica sempre più connessi

Fabio Bocchiola, country manager di Repower Italia

Repower consoliderà e accrescerà, spiega Fabio Bocchiola, country manager di Repower Italia, il numero e la diffusione di strumenti di ricarica puntando a conseguire una presenza più bilanciata di tali strumenti di ricarica tra Nord e Sud Italia. “Repower propone le proprie soluzioni di mobilità esclusivamente al mondo B2B, con un approccio modulare e personalizzabile e, dal 2020, punterà ad aumentare la presenza dei propri clienti con i loro strumenti nel network Recharge Around, l’app di ricarica Repower.

Dal 2020 è infatti possibile aderire a un’offerta speciale che garantisce la possibilità di impostare la visibilità del proprio strumento di ricarica, affinché sia estesa ai driver di tutta Europa, e di effettuare pagamenti tramite l’app Recharge Around. Oltre alla vendita di strumenti di ricarica, è necessario creare le condizioni raggiungere tali strumenti, cosa possibile grazie alle app di localizzazione. Molti operatori si stanno quindi attrezzando per rendere gli strumenti di ricarica sempre più connessi”.

Route220, soluzioni per ogni tipo di cliente

Carolina Solcia, Ceo di Route220

“Continua ad essere fondamentale per noi – spiega Carolina Solcia, Ceo di Route220 – l’interoperabilità attraverso cui garantiamo agli utenti un facile accesso alla ricarica, consentendo di attivare e pagare la sessione tramite App o lettore RFiD anche sulle stazioni dei partner, che sono circa 120.000 punti in Europa”.

Per quel che riguarda le aziende, Evway, che fa capo a Route220, ha già diverse soluzioni per chi si affaccia al mondo dell’elettrico, a cui offre anche servizi customizzati. Alle aziende che vogliono elettrificare la propria flotta, offriamo una piattaforma per gestire con facilità le sessioni dei dipendenti e la fatturazione”.