Ammortamenti maggiorati per gli autoveicoli con la legge di stabilità

 

Consulenza gratuita ai fleet manager del servizio fiscale

di Auto Aziendali Magazine e Aiaga

 

Con l’approvazione della legge di stabilità per il 2016 le imprese, i professionisti e gli altri titolari di Partita Iva potranno dedurre dal loro reddito imponibile quote di ammortamento maggiorate del 40% per gli autoveicoli acquistati tra il 15 ottobre 2015 e il 31 dicembre 2016. La stessa agevolazione si applica alla quota capitale dei canoni di leasing. Naturalmente la nuova normativa va applicata tenendo contro delle limitazioni già in vigore per la deducibilità fiscale della quota capitale dei canoni di leasing e per la deducibilità fiscale degli ammortamenti degli autoveicoli. 

In concreto la situazione è la seguente. Per i veicoli commerciali, per i veicoli industriali e per le autovetture ritenute essenziali e quindi strumentali per lo svolgimento dell’attività aziendale, come ad esempio le autovetture utilizzate da taxisti o da aziende che esercitano l’attività di trasporto pubblico di persone, il trattamento è quello previsto per tutti i beni strumentali. Si ammortizza quindi l’intero costo di acquisto maggiorato del 40% con le normali quote di ammortamento previste per il bene in questione.

Per le autovetture non ritenute agli effetti fiscali beni strumentali occorre invece distinguere le auto impiegate per uso esclusivamente aziendale da quelle utilizzate anche per essere date in benefit a dipendenti. Per le auto ad uso esclusivo aziendale (non strumentale) il limite di capitale su cui si calcola l’ammortamento viene elevato del 40% e passa così da 18.066 euro a 25.306,38. Su questa cifra si calcolano poi le quote di ammortamento, che sono deducibili nella misura del 20%. Analogamente si procede per la quota capitale del leasing.

Per le auto date in benefit non esiste un limite al costo della vettura per determinare la deducibilità fiscale degli ammortamenti e dei canoni di leasing. Si fa infatti riferimento al costo di acquisto effettivamente sostenuto, che con la nuova normativa viene aumentato del 40% ottenendo un valore su cui si calcolano quote di ammortamento deducibili al 70% secondo la normativa previgente e naturalmente ancora in vigore. Anche in questo caso analogamente si procede per la quota capitale del leasing.

Le agevolazioni introdotte dalla legge di stabilità si applicano, come si è già detto, agli autoveicoli acquistati tra il 15 ottobre 2015 e il 31 dicembre 2016 e dovrebbero dare un buon contributo al rinnovamento dei parchi auto aziendali.

Come sempre la normativa fiscale non è di semplice interpretazione. I fleet manager possono tuttavia ricevere consulenza gratuita dal servizio fiscale della rivista Auto Aziendali Magazine e di Aiaga inviando una e-mail all’indirizzo info@econometrica.it

 Il servizio di consulenza fiscale gratuita di Auto Aziendali Magazine e Aiaga sarà presente (come sempre) alla sezione primaverile di Fleet Manager Accademy che si terrà al Palazzo del Ghiaccio di Milano il 15 marzo e che prevede nel programma dei seminari uno spazio dedicato alle tematiche fiscali, oltre ad uno sportello di consulenza gratuita individuale per i fleet manager partecipanti.

12 gennaio 2016

 

*Questo servizio è a cura di Carla Brighenti (carla.brighenti@studiobrighentirappini.com), Dottore Commercialista e Davide De Giorgi(davidedegiorgiwork@gmail.com ), Avvocato Tributarista.