Esodo estivo: i consigli su come caricare i bagagli in auto per partire in tutta sicurezza

Sicurezza

Per molti italiani, il mese di agosto è diventato sinonimo di partenza di massa per le vacanze, con viaggi di centinaia di chilometri da affrontare spesso in auto e con vetture solitamente cariche di valigie, borse ed attrezzature sportive. Per affrontare con serenità e in tutta sicurezza il proprio viaggio è importante prestare attenzione ad alcuni accorgimenti in materia di stivaggio dell’auto.

Partendo dal vano bagagli, la prima regola da seguire è distribuire le valigie e i pacchi più pesanti in modo che non vi siano squilibri fra la parte destra e quella sinistra dell’auto: in questo modo ci si assicura il mantenimento di una sua risposta sicura in manovra. Non vanno poi lasciati oggetti pesanti sulla cappelliera, perché nelle frenate di emergenza potrebbero volare all’interno dell’abitacolo a gran velocità, con il rischio di causare danni fisici ai passeggeri. Se vi è la necessità di posizionare delle valigie in cabina, queste vanno ancorate con la cintura di sicurezza qualora poste sui sedili, mentre vanno bloccate avanzando o arretrando i sedili qualora poste nello spazio per i piedi dei passeggeri.
È importante inoltre mantenere la visibilità posteriore dell’auto e la libertà di movimento del guidatore, assicurarsi che non sia compromessa la stabilità del veicolo, che non si verifichi il sovraccarico dello stesso e non ne siano oscurate targhe e luci. Se si viene fermati a circolare in tali casi, secondo il Codice della Strada, si rischia di incappare nella perdita di 3 punti della patente, nel pagamento di una sanzione da 84 a 335 euro e nel ritiro temporaneo della carta di circolazione e della patente, almeno sino alla sistemazione corretta del carico.

Altre cose da sapere: se si trasporta qualcosa di lungo, per esempio una canoa, può sporgere dal tetto posteriormente (al massimo per i 3/10 della lunghezza dell’auto) ma mai anteriormente. Per il trasporto delle biciclette, se non si riesce a caricarle all’interno dell’abitacolo, si può optare per un portabici da tetto o, meglio, per uno da sistemare sul gancio traino (sempre che l’auto ne sia dotata).
Prima di partire due ultime raccomandazioni: la pressione degli pneumatici va controllata e regolata quando si viaggia a pieno carico (si legga in proposito il libretto di uso e manutenzione del veicolo). Anche l’altezza dei fari va adeguata: il peso che grava sul retrotreno può, infatti, alzare il muso della vettura e, di notte, il rischio serio è di accecare con i propri fari gli automobilisti al volante delle vetture che si incrociano.

Registrati all'Area Riservata, avrai:

  • rivista AAM in abbonamento gratuito
  • ultime notizie via email
  • registrazione agli eventi in modo più semplice
  • consulenza fiscale gratuita

Registrati

Fisco: chiedi agli Esperti

Leggi le risposte degli esperti sui temi più rilevanti. E nell'area riservata puoi inviarci la tua domanda!

Fisco e Norme